giovedì 25 novembre 2010

Il Ragù del giorno dopo


Vi è avanzato del ragù e non volete buttalo? 
Ok, niente panico!






Questo post fa parte di un mio vecchio blog;
lo riporto qui paro paro!






Cosa fate quando vi avanzano delle pietanze? Non ditemi che le buttatte via!!!
Vabe'..., non sto a martoriarvi con il discorso dei bambini che patiscono la fame perchè non mi sembra il caso, però vi chiedo di pensare per un attimo a quel che potete risparmiare in termini di tempo e denaro riciclando la cena della sera prima, senza contare la creatività che potete tirare fuori!

Vi faccio un esempio:

Avete invitato Tizia, Caio e Sempronio a cena e avete preparato e cucinato, nell'ordine:
  1. antipasti vari, olive e acciughe, pomodorini sott'olio etc.
  2. pasta con il ragù;
  3. scaloppine, con contorno di piselli e funghi e per finire dolci e vino a volontà, compresi quelli che hanno portato Tizia e Caio... Sempronio, come sempre, ha portato il video della sua prima comunione che vi propina da oltre 10 anni;


Ovviamente qualche pietanza resta nella pentola, per poi passare nel frigo, amorevolmente custodita nei contenitori a chiusura ermetica per finire i suoi giorni nel sacchetto dell'umido! Le pietanze più fortunate finiscono nel congelatore o nella ciotela del cane o del gatto. 
Chi, invece, ha un criceto ha un paio di alternative:







Alternativa A: Ingozzare per una settimana il criceto con il ragù avanzato per poi farli finere, criceto e ragù, nel sacchetto dell'umido. Non ve lo consiglio, il WWF potrebbe farvi causa e se il criceto esplode vi tocca anche pulire!


Alternativa B: Mangiare tutto a colazione l'indomani mattina per dimenticare di aver ospitato Sempronio a dormire ed esservi sorbiti la 103esima replica della sua prima comunione. Un po' come affogare i problemi nell'alcool... pessima idea!



Alternativa Logica:

Credits
Prendete il ragù avanzato dalla sera prima, possibilmente non facendo scarpetta nei piatti, unite i piselli e i funghi e fate scaldare il tutto. Dovvesse risultare troppo asciutto aggiungete un po' d'acqua poco alla volta, non troppa però, a meno che non abbiate voglia di mangiarvi brodo di ragù, piselli e funghi. 
Fate andare il tutto per un po' in modo che i vari gusti si amalgamino e toglietelo dal fuco o spegnete il gas da sotto la pentola, fate voi. 
Nel frattempo fate bollire l'acqua per la pasta, salate e, a vostro piacimeto, scegliete il tipo di pasta (vi suggerisco quella corta perchè raccoglie meglio il sugo) quando l'acqua bolle "calate la pasta" ossia mettetela con garbo nell'acqua perchè rischiate di scottarvi buttandola nell'acqua bollente in modo sgraziato e con rabbia. 
Unite la pasta al ragù con i funghi e i piselli, fate scaldare e, mescolando, aggiungete un uovo per amalgamare il tutto : uovo, pasta, ragù piselli e funghi devono diventare un tuttuno... come il Tao!




Un buon vino rosso e pranzerete divinamente!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...